Duecentomila metri quadri destinati all’arredo d’interni e un’intera città che diventa la Mecca del design.

Arredatore d'interni
Per ogni arredatore d’interni è un po’ il paese dei balocchi, un luogo dove perdersi tra migliaia di idee e soluzioni che riempiono lo sguardo e la mente, scatenando l’immaginazione di professionisti del settore, studenti e semplici appassionati. Un paradiso che si estende su una superficie di 200.000 metri quadri e che per una settimana l’anno concentra il meglio del design internazionale in un suolo luogo.

Il salone del mobile di Milano è il posto per eccellenza dove aggiornarsi professionalmente ed avviare relazioni commerciali. Non a caso l’85% del pubblico del Salone è costituito da operatori di settore e i giorni in cui la fiera è aperta al pubblico sono solo due, il sabato e la domenica. Tutti i grandi marchi espongono qui i loro prodotti di gamma medio alta e l’immagine degli stand è curata in ogni dettaglio.

Quest’anno ben 2.310 espositori hanno riempito gli stand della fiera di Milano Rho, divisi in due tipologie di stile (classico e design), anche se la prevalenza andava nettamente alle nuove proposte di design (3 padiglioni contro 11). Un’offerta incredibilmente ampia che comprendeva, oltre al Salone del mobile vero e proprio, anche il salone del complemento d’arredo, il salone del bagno; EuroCucina; il nuovo spazio FTK (Technology For the Kitchen), l’area xLux (extra lusso) e i padiglioni dedicati al SaloneSatellite, spazio riservato ai giovani talenti sempre aperto al pubblico generico.

Ma l’offerta della settimana del design di Milano non si limita al polo fieristico di Rho, molte zone della città meneghina sono diventate nel tempo la Mecca del design. È il cosiddetto FuoriSalone, che quest’anno comprendeva, oltre alle classiche zone di Tortona e di Brera, anche la zona di Ventura-Lambrate e del Politecnico. In tutti questi spazi sono state organizzate installazioni artistiche, esposizioni di brand, rappresentazioni del migliore design prodotto da nazioni come ad esempio l’olanda, che per l’occasione ha organizzato tramite il consolato numeri eventi e mostre.

Insomma, la design week milanese si conferma un appuntamento imprescindibile a livello mondiale, talmente ricca di cose da vedere ed esperienze da fare che è impossibile limitarsi ad un week end mordi e fuggi. Per vedere tutto sette giorni sono proprio il minimo.

Alcune immagini dal nostro reportage al Salone del mobile 2016

salone-del-mobile-2016-006-600px
Salone del mobile di Milano 2016
salone-del-mobile-2016-008-600px
salone-del-mobile-2016-010-arclinea-600px
salone-del-mobile-2016-012-600px
salone-del-mobile-2016-015-600px
salone-del-mobile-2016-017-600px
salone-del-mobile-2016-018-600px
salone-del-mobile-2016-019-600px

Grazia.it/casa
Living.corriere.it
Designmag.it