Lino Patruno (Bari, 1948) è un giornalista e scrittore italiano. Inizia giovanissimo, all’età di 18 anni, a dedicarsi al giornalismo ed…

Lino Patruno (Bari, 1948) è un giornalista e scrittore italiano. Inizia giovanissimo, all’età di 18 anni, a dedicarsi al giornalismo ed alla scrittura. Poi si laurea in economia, con indirizzo sociologico.
In data 16 maggio 1973 diventa giornalista professionista. Lavora per la Gazzetta del Mezzogiorno di Bari dal 1966 al 2008. Direttore responsabile della Gazzetta del Mezzogiorno dal 1995 al 2008.
Dal 1991 al 2000 è docente alla facoltà di Economia dell’Università di Bari. Insegna prima Comunicazione Pubblica al Dipartimento Universitario di Marketing e Comunicazione d’Impresa e poi Economia e Tecnica della Pubblicità al Corso di laurea di Marketing e Comunicazione d’Impresa.
Nel 1995 è nominato direttore responsabile del quotidiano “La Gazzetta del Mezzogiorno”.
Per dieci anni è anche coordinatore e direttore della emittente televisiva Antenna Sud e collaboratore dell’Ufficio stampa della Fiera del Levante. Nel 2003 è docente al Corso di Beni Culturali e Comunicazione all’Università di Foggia. Dal 2007 al 2010 è docente di Scrittura giornalistica al Corso di Giornalismo dell’Università di Bari e Ordine dei giornalisti di Puglia, scuola della quale è direttore dal 2011. E’ docente di comunicazione in vari corsi di formazione professionale. Nel 2008 diviene editorialista, titolare di una rubrica e autore di critiche cinematografiche, recensore di saggi, autore di articoli vari sulla “Gazzetta del Mezzogiorno”.
Collabora con giornali e periodici di diffusione nazionale. Ha partecipato a programmi televisivi e radiofonici locali e nazionali. Vincitore di decine di premi giornalistici. Autore di centinaia di saggi, interventi in seminari e convegni, relazioni sul giornalismo e sui problemi del Sud (cultura, economia, società).
Autore di una quindicina di libri su politica economica, Sud, Puglia e Basilicata (storia, cultura, arte, folclore) pubblicati da Giorgio Mondadori, Adda, Capone, Manni, Rubbettino.