Le funzioni di una banca e le definizioni di operazioni bancarie e home banking: ecco il ruolo dell’operatore di banca.

Cosa c’è da sapere per diventare impiegato di banca? Innanzitutto cominciamo dalla definizione del ruolo dell’istituto di credito e di operazioni bancarie. Nel sistema finanziario italiano la banca rappresenta l’intermediario più importante sotto il profilo delle funzioni economiche svolte e delle dimensioni delle operazioni di raccolta e di impiego. Con lo sviluppo dei mercati il peso economico di tale intermediario si è ampliato essendo la banca l’unico operatore abilitato all’esercizio congiunto del crediti e della raccolta di fondi direttamente presso il pubblico.

La banca è un produttore di molteplici attività finanziarie con caratteristiche tecniche ed economiche particolarmente flessibili e adattabili alle differenti esigenze espresse dalla clientela. È necessario quindi avere personale qualificato c he possa analizzare e reperire tutte le informazioni sui profili economici e finanziari della potenziale clientela per poi offrire alla stessa clientela dei servizi finalizzati a soddisfare i bisogni di assistenza finanziaria nella forma di informazione finanziaria organizzata. In quest’ambito si inserisce il ruolo dell’impiegato di banca che deve avere un livello di professionalità molto alta, alta trasparenza e correttezza. Aprire un conto corrente è un contratto che si stipula con il cliente attraverso la quale la banca si impegna a mantenere a disposizione del cliente un certo importo di denaro per un periodo di tempo determinato o indeterminato. Il cliente può rivolgersi all’impiegato bancario per effettuare prelevamenti variamente ripartiti nel tempo.

Il prestito rappresenta storicamente l’attività principale della banca, e sono il veicolo attraverso il quale si può realizzare il contributo dell’intermediazione bancaria all’allocazione efficiente delle risorse. Il prestito è il collegamento diretto per l’avvio delle relazioni di clientela, dalla cui intensificazione dipendono anche le opportunità di sviluppo dell’attività di intermediazione . In sintesi le relazioni di clientela indicano l’esistenza di un rapporto d’affari dal quali si da l’avvio ad uno scambio di informazioni fra i contraenti.

Lo scopo per un impiegato bancario è studiare e realizzare le strategie aziendali perché è uno dei momenti più importanti per la sua attività. Oggi si parla di una vera e propria trasformazione del modo di fare banca e del ruolo dell’impiegato di banca: da quella tradizionale alla nuova figura di banca virtuale, grazie alle possibilità offerte dalla rete Internet. Sono nati in questo modo nuovi servizi, per esempio come l’home banking, con cui è possibile gestire le operazioni direttamente da casa o dagli uffici dell’impresa cliente. In conclusione le operazioni bancarie possono essere attualmente classificate nel modo seguente: operazioni di intermediazione creditizia (quelle in cui la banca svolge la funzione creditizia), di raccolta e di prestiti, operazioni dirette di investimento finanziario (acquisto in proprio di valori mobiliari per fini di investimento), operazioni di intermediazione mobiliare (acquisto e vendita di valori mobiliari per fornire un servizio alla clientela), operazioni complementari (le operazioni di servizi), operazioni collaterali (con cui la banca compie operazioni di prestito, direttamente o tramite società satelliti).